I bambini al mare

Estate, spiaggia, mare. Connubi vacanzieri che ci portano a riaprire cassetti e armadi, a rimisurare ai bambini i costumi e le ciabattine dell'anno prima. I mesi caldi fanno di certo rima con essenzialità, soprattutto quando si ha solo voglia di divertirsi tra secchielli e palette, di tuffarsi in acqua e mangiare gelati.

La comodità dei bambini prima di tutto

Per essere comodi, i bambini hanno bisogno di costumi semplici, magari variopinti e simpatici, ma comunque adatti al gioco libero: semaforo verde, dunque, per slip e boxer non ingombranti per i maschietti e per slip o costumi interi non troppo fascianti per le bambine, che sempre più precocemente scelgono anche il pezzo sopra.

Proteggiamo i bambini al mare

In spiaggia sono un must anche i berrettini, leggeri e pratici, che proteggono dalle scottature sulla testa. E poi via libera a infradito e ciabatte, per arrivare al mare freschi e camminare sulla battigia senza il rischio di bruciarsi i piedini.

Nelle ore più calde con la t-shirt

Anche una t-shirt in cotone, magari di colore chiaro, è sempre utile, specie quando i piccoli stanno sotto il sole a orari "proibiti".

Un telo per ogni bambino

E poi, perché no, a ogni bimbo il suo telo: per quando si esce dal bagno, ci si regala una bella doccia anti-sale o ci si stende sul lettino o sulla sabbia a fare una rigenerante merenda.